Accordo Nazionale per il futuro del pane

da
Advertising

Partecipazione ad Expo 2015, educazione alimentare nelle scuole, corsi di formazione per addetti alla panificazione, promozione di iniziative locali ma congiunte tese a valorizzare questo prezioso alimento. Sono alcuni dei punti ratificati a Roma nell’accordo tra l’associazione nazionale “Città del Pane”, che ha sede ad Altopascio ed è presieduta dal sindaco della cittadina del Tau Maurizio Marchetti e la Fippa (acronimo di Federazione Italiana Panificatori Pasticceri e Affini), con il presidente Vecchiato. Tra l’altro Marchetti e Vecchiato hanno scritto una lettera aperta al Presidente del Consiglio Berlusconi su un tema che sta particolarmente a cuore agli operatori del settore: “ La firma di questo protocollo d’intesa – commenta Marchetti – è una vera svolta epocale, perché siamo riconosciuti dalla più importante associazione di categoria e con la FIPPA abbiamo fatto un accordo triennale di piena collaborazione. In modo particolare facciamo fronte comune per limitare i danni che il frettoloso decreto Bersani, nato per consentire alla grande distribuzione di poter panificare eludendo i vincoli precedenti, senza provvedere al necessario regolamento. Questo ha permesso che si confondesse il pane fresco con quello congelato, che è il primo,grossolano effetto di questo provvedimento che ha liberalizzato in senso assolutamente sbagliato un comparto così importante e delicato”. Su questo tema la missiva di sensibilizzazione indirizzata al Premier. “La sinergia tra i due enti – conclude Marchetti, – proseguirà sotto il profilo del costante controllo della filiera, anche sotto il profilo amministrativo, con il decreto Bersani che ha creato difformità tra i territori e difficoltà alle stesse aziende produttrici. Con questo accordo il nostro prodotto sarà ancora più apprezzato e tutelato”.

Massimo Stefanini

Advertising