Truffa agli anziani

da
Advertising

Ad Altopascio i truffatori si evolvono sotto il profilo dell’originalità. Fingersi vecchi amici del turlupinato adesso non è sufficiente. Un raggiro bello e buono da giorni viene perpetrato ai danni di ignari vecchietti nel centro della cittadina del Tau: in questo caso specchietto per le allodole sono casse di frutta. Sì, proprio così. In piazza Croce, negli ultimi giorni, un giovane a bordo di un furgoncino di colore rosso adocchia gli over 65 che escono dal bar o dall’edicola Regoli. “Ciao, come stai, tutto bene? E’ molto che non ci sentiamo. Sto inaugurando un nuovo negozio, ti voglio regalare della frutta”. Questa la formula, parola più parola meno, utilizzata per confondere il malcapitato, il tutto accompagnato da affettuosi abbracci. L’anziano temporeggia, è in difficoltà, non si ricorda ma teme la brutta figura. Approfittando del momento di incertezza, il ragazzo gli carica in auto mele, arance, fragole (rigorosamente marce) e la versione del regalo diventa evanescente come la nebbia: “Ti ho rifornito di quattro, cinque casse di frutta, almeno fammi una piccola offerta”. E qui, secondo le segnalazioni comincia la trattativa. L’anziano vorrebbe recedere ma ormai è tardi e allora per togliersi di dosso il giovane sgancia banconote da 10 o 20 euro per della merce avariata. Le forze dell’ordine sono state avvertite ma per il momento il camioncino vermiglio è ancora in agguato.

Massimo Stefanini

Advertising