Nuovo look per la biblioteca

da
Advertising

Approvato dalla giunta di Altopascio il progetto definitivo esecutivo dell’adeguamento strutturale ed abbattimento delle barriere architettoniche della storica biblioteca comunale “Carrara”. L’intervento rientra nel quadro della razionalizzazione del complesso settecentesco del Piaggione e nella zona conosciuta, a livello storico, come i silos dei Granai. E’ l’obiettivo dell’amministrazione civica del Tau che ha dato l’ok di fattibilità nelle scorse settimane. Rimaneva da risolvere la questione del finanziamento visto che l’opera in oggetto richiede, almeno a livello di previsione, 850 mila euro, 550 mila per la costruzione, l’ampliamento e restauro dei beni culturali, 175 mila per impianti, arredi, attrezzature, 45 mila per diffusione dell’evento, progettazione e direzione lavori, 80 mila per l’Iva. Tra l’altro questo è il frutto di un ridimensionamento da parte della giunta rispetto all’originario progetto (con la previsione di un sistema museale) che avrebbe comportato oneri per quasi due milioni di euro. Adesso, dalla Regione Toscana arriveranno 500 mila euro. Le opere di restauro e di adeguamento hanno caratteristiche conservative a tutela delle preesistenze architettoniche antiche. Saranno mantenute le volumetrie attuali e riorganizzati i percorsi funzionali e distributivi. In pratica cosa avremo? Elevatore per disabili con vano apposito, rifacimento della copertura lignea,, nuovo ascensore esterno per collegare il piano di piazza Ospitalieri al terrazzo della biblioteca che oggettivamente oggi si pone per un portatore di handicap come l’Everest per un comune mortale. Insomma, una proposta ambiziosa che indubbiamente contribuirebbe e migliorare notevolmente l’accesso alla biblioteca stessa. Tutto ciò contemperando anche l’esigenza estetica e di conservazione storico urbanistica, nel cuore del centro storico dove crebbe e si sviluppò l’epopea dei Cavalieri del Tau.

Advertising