L’iter delle pratiche edilizie si potrà seguire con un…clic

da
Advertising

Semplificazione e trasparenza a portata di mouse. Dal 12 aprile i residenti del comune di Altopascio potranno controllare l’iter delle proprie pratiche edilizie con il computer di casa o dell’ufficio, senza recarsi materialmente nel palazzo municipale. Come? D’ora in poi, chi chiederà una autorizzazione o licenza a costruire, anche se semplice cittadino, sarà dotato di un codice con cui potrà controllare lo stato di avanzamento della sua richiesta e tutti i dettagli (ad esempio numero di protocollo, documenti allegati, integrazioni). Sarà sufficiente collegarsi al sito dell’ente di piazza Vittorio Emanuele, ciccare su “Accesso a pratiche edilizie” e digitare il codice fiscale e la password che sarà estesa anche ai tecnici professionisti, i quali potranno così aggiornarsi anche sulla documentazione storica del territorio, sotto il profilo della pianificazione, addirittura risalendo indietro nel tempo fino al 1987. Naturalmente, sempre via internet, ci si potrà informare sulle normative vigenti, sul piano regolatore, scaricare moduli. L’iniziativa è stata illustrata in una conferenza stampa dal sindaco, Maurizio Marchetti, dall’assessore all’urbanistica Francesco Fagni e dal funzionario responsabile del settore, architetto Lucia Flosi. “Ci stiamo impegnando da tempo per migliorare i rapporti tra pubblica amministrazione e utente – ha commentato il primo cittadino, – e questo sin dall’epoca della visita del Ministro Brunetta. Massima trasparenza, dunque,m su un tema delicato, come quello in questione, con la possibilità di seguire tutto il percorso, la “vita” della propria richiesta. Strumento fondamentale anche per i geometri”. Fagni ha aggiunto: “Con tale sistema ci allineiamo ad altre realtà, più grandi di noi, per razionalizzare questo settore nevralgico e di notevole importanza. Ringrazio l’ufficio, l’architetto Flosi e tutto il suo staff per l’impegno profuso in questo anno di lavoro in cui hanno realizzato questa proficua innovazione”.

Advertising