Molotov contro l’abitazione della Scuderi

da
Advertising

Due giovani a bordo di uno scooter si sono introdotti nell’angusto parcheggio privato di via Roma ad Altopascio, lanciando due molotov artigianali contro la facciata dell’appartamento dove sta scontando gli arresti domiciliari Anna Laura Scuderi, l’ex titolare dell’asilo Cip e Ciop di Pistoia, quello in cui le telecamere piazzate dalle forze dell’ordine evidenziarono abusi e maltrattamenti verso i bambini. La Scuderi, arrestata lo scorso 2 dicembre, è stata trasferita nella cittadina del Tau lunedì proveniente dal carcere femminile di Pontedecimo, in attesa del proseguo del processo, con rito abbreviato, in svolgimento a Genova. I due, dopo aver riempito con liquido infiammabile un paio di bottiglie che solitamente vengono adoperate per contenere vino ed aver preparato una miccia rudimentale, si sono recati a pochi metri dall’abitazione della maestra. In un attimo hanno appiccato il fuoco lanciando verso il muro della casa le due piccole bombe che per fortuna non si sono incendiate. Nel frattempo, il sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti, (ospite di Mi Manda Rai Tre) in una dichiarazione ufficiale, pur condannando l’episodio, ha precisato: “E’ evidente che la presenza della signora Scuderi ad Altopascio è imbarazzante. Come tutti – continua il primo cittadino, – ho visto le immagini televisive e sono rimasto choccato dalle violenze perpetrate ai bambini. Attendo comunque la conclusione dell’iter giudiziario prima di rilasciare dichiarazioni definitive. Chiedo alle forze dell’ordine e ai magistrati di valutare bene le conseguenze di varia natura, comprese quelle relative all’ordine pubblico che la presenza della signora Scuderi sul nostro territorio stanno provocando”. Però per il momento la Scuderi rimane ad Altopascio. Carabinieri e polizia municipale rinforzeranno la vigilanza.

Advertising