Marchetti sull’incidente di Marlia

da
Advertising

L’assessore Emiliano Favilla, invece che spiegare ai cittadini inferociti i motivi di una evidente inerzia, rilancia accusando me di “cinismo”.

Credo che tutti quelli che mi conoscono possono attribuirmi molti difetti, ma non certamente quello di cinico. E’ uno stile che mi pare sia proprio di altri personaggi. Non sono cinico ma semplicemente preoccupato per il mio territorio e le persone che vi abitano o lo attraversano, e non da oggi. Il viale Europa è in queste condizioni per colpa dell’amministrazione provinciale. Non bastano i sorvoli in elicottero e i sopralluoghi a raffica se non si prendono delle decisioni importanti, tanto è vero che dopo il gravissimo episodio sono iniziati i lavori che noi e in particolare Lazzareschi avevamo più volte invocato.

Entrando nel merito del suo debole tentativo di difesa con la solita storiella di imputare al governo un finanziamento mancante per l’asse nord-sud quando in dieci anni si sono solo fatti documenti di intenti e mai progetti veri. La povera signora è stata schiacciata a causa delle pessime condizioni dell’incrocio regolato da un semaforo! Per fortuna la gente ha capito e gli infuriati cittadini di Marlia non ne possono più di discorsi.

Maurizio Marchetti, consigliere provinciale del Pdl

Advertising