Marchetti sui concorsi in Provincia

da
Advertising

Ricorderete il sindaco di Altopascio Marchetti, consigliere provinciale di minoranza, indirizzare più di una stoccata sui concorsi di Palazzo Ducale. Nei giorni scorsi ci fu invece l’affondo del Pd in merito all’utilizzo di Marchetti dell’auto dei vigili urbani per recarsi a Firenze per questioni legate al comune di Altopascio e per firmare il documento di solidarietà a Verdini. Qui non si usa il fioretto ma la sciabola. Marchetti ritorna sulla vicenda concorsi in questo comunicato: “ Ci sono situazioni in cui sarebbe meglio non dire nulla. L’ennesimo scivolone della Provincia su un concorso, con errori che si sommano a errori, non può essere liquidato come un piccolo incidente di percorso, come vorrebbe fare il presidente Stefano Baccelli. Non può fare finta di nulla perché è la sesta volta che accade. In pratica di tutti i concorsi banditi dalla amministrazione provinciale in questi ultimi mesi, solo uno è andato a segno, che fra l’altro ha visto l’assunzione di una consigliera di maggioranza. Non può scaricare le colpe su nessuno, perché il direttore generale, cui oggi vorrebbe attribuire le responsabilità, lo ha confermato nello scorso gennaio.

A quell’epoca evidenziai – prosegue Marchetti – l’incoerenza di una conferma del direttore generale, che fra l’altro costa oltre 200mila euro di stipendio annuo.

Nulla di nuovo, quindi, su questo fronte. Le responsabilità politiche di una maggioranza che dimostra tutta la sua incapacità sono evidenti e ora non si può giocare con le parole e ingannare le persone. Baccelli non può scaricare la colpa sul direttore generale, dopo averlo confermato”. Parole e musica di Marchetti, consigliere provinciale PdL.

Advertising