Un palasport con negozi e ristoranti per il Bama Altopascio

da
Advertising

Un palasport modello Forum di Assago o, volendo pensare in grande, stile NBA sì, ma quella americana. Ha suscitato grande interesse ed ammirazione l’annuncio del sindaco di Altopascio, Maurizio Marchetti, durante la presentazione ufficiale del team cestistico locale neopromosso in C dilettanti del Bama, nella sala consiliare della cittadina del Tau. In sostanza, nel prossimo regolamento urbanistico, in imminente approvazione, sarà inserito anche il nuovo palazzetto dello sport con annessa una fascia commerciale, con negozi e ristoranti che dovranno veicolare risorse economiche tali da poter garantire la sopravvivenza e l’autonomia del club rosablu. Lo stesso progetto che c’è a Lucca per lo stadio di calcio. Il futuro passa dunque dal modello inglese, con impianti di proprietà ed asset (compreso il merchandising) che possano generare ricavi costanti. Nella pallacanestro non vi sono molti esempi di questo tipo in Italia, solo in serie A. “Nell’area che abbiamo individuato, in località Riatri a Spianate – ha dichiarato Marchetti – inseriremo anche il commerciale, con attività produttive all’interno del palasport. Chi ha visto la partita del Milan in Champion’s ad Amsterdam, si è visto che nei palchetti la gente cenava o assisteva ad attività ricreative. Nel calcio tutto ciò è una strada tracciata, credo che potremo fare lo stesso per garantire un futuro roseo al sodalizio del presidente Guidi”. Il primo cittadino ha poi assicurato la sistemazione degli spogliatoi. Soddisfazione ovvia per l’entourage della Nuova Basket Altopascio che in questa stagione dovrà giocare sempre in trasferta, a Ponte Buggianese, poiché la palestra di via Marconi non è a norma.

Massimo Stefanini

Advertising