Argini come groviera, Marchetti accusa la Provincia

da
Advertising

Argini come groviera, dissesto idrogeologico sul torrente Pescia, al confine tra Altopascio e Montecarlo. Una zona che purtroppo è a rischio, come dimostrano le alluvioni del 1999 e del 2000, in cui molta gente ha perso tutto. Da anni l’associazione dei residenti sul fiume Pescia, si sta battendo per la sicurezza idraulica di questo territorio.. Il sindaco del Tau e consigliere provinciale PdL, Maurizio Marchetti, accusa Palazzo Ducale di inerzia: “Manca la prevenzione da parte della Provincia di Lucca che preferisce le telecamere ai fatti concreti. Dopo la mia denuncia del 21 gennaio 2010 – prosegue Marchetti – che riportava le preoccupazioni del Consorzio di Bonifica del Padule di Fucecchio, emerge in queste ore una situazione di dissesto nella zona a valle di Ponte in Canneto, in località San Salvatore, fra Altopascio e Montecarlo, che mette a serio rischio gli abitanti, come ben evidenziato in una comunicazione ufficiale del consorzio datata 12 ottobre. Tutto questo riporta di grande attualità quanto avvenuto lo scorso anno nella zona dell’Oltreserchio. E si avvicinano le piogge”. La notizia del dissesto sugli argini del Pescia di Collodi nella zona di Ponte in Canneto ha allarmato l’amministrazione comunale di Montecarlo. Il sindaco Fantozzi ha scritto a Baccelli invitandolo a procedere quanto prima per la soluzione del problema, stigmatizzando la mancata prevenzione.

Massimo Stefanini

Advertising