Controlli nei cantieri, due denunciati

da
Advertising

Diverse irregolarità riscontrate sui cantieri edili altopascesi dal nucleo carabinieri dell’Ispettorato del lavoro di Lucca e della direzione provinciale, con l’assistenza dei colleghi del Norm, nell’ambito dei servizi mirati a contrastare il fenomeno del lavoro nero e la mancata attuazione delle norme in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro. Le attività ispettive si concludevano con il deferimento all’autorità giudiziaria di D.S.L. 38 anni, legale rappresentante di una società resasi responsabile della violazione di cui all’articolo 97, in qualità di datore di lavoro non verificava le condizioni di sicurezza. Deferito anche K.M.L., 37 anni, amministratore unico di una ditta, il quale ha omesso, in qualità di responsabile del cantiere, di installare su un ponteggio la tavola che ripartisce il carico. Altopascio purtroppo è stata oggetto in passato di fenomeni di lavoro nero e di microcriminalità ad esso legata.

Inoltre i carabinieri della stazione di Altopascio, a conclusione di indagini, deferivano all’autorità giudiziaria in stato di libertà, B.E. 34 anni responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia. I militari del maresciallo Scino accertavano che il giovane si era reso protagonista di vessazioni ripetute nel tempo, nei confronti della sorella e del padre.

 

Advertising