Yes or No

Una proposta alle 3 liste di Altopascio: Un gettone solidale

da
Advertising

Yes or NoA meno di 72 ore dal  silenzio elettorale, vorremmo rivolgere ai tre candidati a sindaco una domanda: ” Istituiresti, con la prima seduta del Consiglio Comunale, un gettone solidale?”. Ma, siamo in campagna elettorale, le ultime ore sono le più preziose, molte volte sono quelle decisive, perchè si va alla ricerca dell’elettore indeciso, e noi, non ci possiamo permettere di disturbare a lungo i nostri candidati a sindaco e a consiglieri, ecco perchè invece dell’intervista abbiamo scelto una via alternativa.

Attraverso le pagine del nostro spazio online rivolgiamo ai candidati sindaco e, perchè no, a tutte e 3 le liste di sostegno, la nostra proposta,  che dato l’alto valore civico e sopratutto la materia di cui tratterà, vorremmo che , se sottoscritta nelle modalità che vi spiegheremo, diventi un vero e proprio patto solidale,  con tutte le cittadine ed i cittadini di Altopascio.

I recenti tagli delle finanziarie nazionali durissime, hanno costretto le regioni, compresa la Toscana, a ridurre i fondi per i Comuni e, quelli di “piccola” dimensione come Altopascio sono condannati a “patire” maggiormente  l’austerity forzata. Nel contempo però la vita deve andare avanti ed anche i bilanci comunali vanno fatti e dunque serve recuperare introiti attraverso l’aumento delle “tasse comunali”.  Il risultato che appare  leggibile al cittadino, sarà,  quello di un ente  locale (il Comune) che attraverso le tasse comunali (IRPEF) e quanto altro pretende di ottenere sempre più fondi attraverso l’esborso del singolo residente.  Ma le tasse comunali si possono aumetare sino ad un certo punto ed allora quando si è già arrivati ad un tetto alto,  cosa accade? Si riducono le spese  per i servizi alla cittadinanza, si tagliano gli incentivi alle associazioni e la programmazione per il sociale diventa “povera”.  E’ la cosa più semplice da fare e forse persino la più razionale. Questo però a lungo  “impoverirà” socialmente  e culturalmente il territororio. Abbiamo riflettuto e con il controllo di alcuni dati rileviamo una cosa che non ci piace e che però possiamo risolvere.

In media ogni assessore di Altopascio  prende un’indennità di circa €1.200,00 mensili, il sindaco invece  di circa € 3.000,00; moltiplicando questi dati  per i 12 mesi delll’anno e, calcolando che il mandato amministrativo dura 5 anni, raggiungiamo una “spesa di gestione”   di € 540.000 esclusivamente per i 6 membri della giunta!

Ecco come  Altopascio.info, da anni attento punto di “ascolto” e di “lettura”, propone ai candidati alle amministrative 2011 una scelta importante: scegliere per il sociale, ovvero istituire  un “gettone solidale” ovvero una sorta di “extra-gettito” costante, almeno per tutto il mandato amministrativo.

Ci dite si?

Pensateci bene…alle parole dovranno seguire i fatti …..e poi… prima di rispondere continuate a leggere.

Sappiamo bene, l’istituzione di un “gettone solidale” non è cosa semplice ma si pò fare,  noi vi chiediamo, sindaco e assessori, esclusivamente di rinunciare al 40 % della vostra indennità per  “un gettone per Altopascio“.

Data la serietà dei temi trattati, il nostro spazio virtuale vorrebbe diventare quel luogo dove voi, candidati ad amministrare Altopascio per i prossimi 5 anni, sottoscriviate un vero e proprio patto con la cittadinanza.

Ora, di seguito, vi illustriamo l’uso del “Un gettone per Altopascio“.

Il 40% delle indennità di 5 assessori e 1 sindaco sono circa 220mila euro risparmiati, un vero tesoretto che per un Comune come il nostro diventerebbe un tesoro ed ecco come investirlo.

Il 50% del fondo  sarà utilizzato nei progetti del sociale con la distribuzione mezzo bando a partecipazione esclusiva delle associazioni  ONLUS, ONG, culturali e sportive, con sede fisica esistente nel nostro comune; bandi  tematici ed annuali. Il restante 50% invece  sarà  gestito da una sorta di gruppo per la partecipazione dal basso, ovvero cittadini di Altopascio, non eletti, che insieme alle comissioni comunali idonee , studiano una programmazione di spendita delle somme per il finanziamento di progetti sociali con particolar riguardo a quelli riferiti a borse di studio e contributi per sovvenzionare le scuole pubbliche. Un nuovo percorso di bilancio partecipato  per una Altopascio migliore.

Vi piace come idea?

Aspettiamo le vostre adesioni entro giovedì alla nostra mail: redazione@altopascio.info. Venerdì sera saranno pubblicate le risposte di coloro che aderiranno alla rinuncia del 40%.

L’auspicio è che tutti e tre i canditati si rendano disponibili.

Luca

 

Advertising