Come vive un sito? Qualcuno sta tentando di imbavagliarci?

da
Advertising

Altopascio.info, è uno spazio di informazione virtuale orientata alla cittadina e alla piana di Lucca, è come tutte le pagine del web un sito internet, che una volta online deve essere costantemente aggiornato. Il nostro spazio, come  voi affezionati lettori sapete, cerca di approfondire ed osservare con occhi “diversi” quel che accade nella nostra Altopascio. Negli anni siamo diventati un punto di riferimento da chi cerca notizie ed informazioni sul nostro territorio e sulla nostra città.

Ogni tanto anche noi, ci fermiamo ed osserviamo alcune cose che vanno al di fuori delle notizie. Oggi per esempio abbiamo pensato di analizzare le nostre statistiche interne  per vedere cosa si prospetta per i prossimi mesi del 2011.
Durante questo “lavoro” ci siamo posti alcune domande che possiamo qui riassumere: “Siamo soddisfatti del risultati di Altopascio.info?”, indubbiamente sì, sin ora ci possiamo dire soddisfatti. “Il nostro sito è realizzato ed aggiornato secondo quello che rispecchia anche la nostra personalità virtuale?”, anche a questa domanda abbiamo risposto in modo affermativo, “Riusciamo a stare nelle prime pagine dei motori di ricerca?”, certo sì, siamo in Google News, e, digitando Altopascio, riusciamo ad essere ben  visibili nei motori di ricerca,  “Abbiamo avuto contatti per esposizioni pubblicitarie?”, purtroppo pochi, seppure tentiamo di fare informazione locale in una rete globale, non riusciamo ancora a dirci soddisfatti del livello di esposizioni pubblicitarie di aziende ed imprese della zona.

Avere uno spazio online che funziona permette, innanzitutto, di offrire un servizio migliore per il nostro utente finale ma anche e soprattutto ci dà  la possibilità di lavorare. Anche noi, come tutti coloro del mondo web, sappiamo che un sito web per raggiungere i propri scopi ha necessità di visitatori/lettori. Altopascio.info “vive” grazie alla pubblicità e se i visitatori vengono meno calano le entrate, questo ci porterebbe un danno economico non da poco, ma soprattutto sarebbe un “danno” anche per i nostri lettori, gli inserzionisti non spenderebbero più sul nostro sito e Altopascio.info sarebbe costretta a chiudere.

Come potrebbero diminuire i visitatori di Altopascio.info dato che il trend è in netta crescita? Ebbene questa domanda è di difficile risposta, ma noi che osserviamo non solo le notizie, la politica, la cronaca, ed ogni aspetto della vita locale, sappiamo bene che il nostro trend è in continua crescita ma rileviamo certe stranezze, che a volte lasciano basito persino chi nel web ci lavora da anni!

Altopascio.info è un sito di “news” proprio come riportiamo nella nostra barra “cronaca in tempo reale” e, se non abbiamo notizie da scrivervi è pure vero che il lettore potrebbe decidere di abbandonare lo spazio.

Certo, noi attualmente non abbiamo problemi a reperire le informazioni perché Altopascio.info è diventata in ben 6 anni di “lavoro” un grande famiglia e, tra di noi, si sono creati nuovi e bellissimi rapporti amicali. Sino ad ora abbiamo sempre confidato sull’aiuto di tutti i nostri lettori per avere informazioni “fresche” e, continueremmo sicuramente grazie a voi a “stare su i tempi”.

In questi primi 15 giorni di Maggio, ahinoi, abbiamo notato, qualcosa di strano. Abbiamo un certo timore: qualcuno vuole costantemente rendere meno attraente il nostro spazio!

Eh già, è facile capire, a volte siamo “scomodi”, come tutti coloro che fanno informazione. Eppure abbiamo notato che il comune di Altopascio non ci manda più una notizia, più un comunicato stampa eppure sappiamo che la nostra amministrazione ha un ottimo addetto stampa, Massimiliano Paluzzi, retribuito circa 20mila euro/anno dalle tasse che i residenti di Altopascio versano nelle casse del Comune. Noi ci continuiamo a porre la domanda, costantemente, perché Massimiliano Paluzzi a noi non manda informazioni? Perché ci ha evidentemente depennato dalla mailing list della “stampa e informazione locale?” Eppure sappiamo bene che informazioni dal Comune ne escono, e, un capo ufficio stampa dovrebbe persino essere interessato a far “girare” la notizia più che si può e allora perché non sfruttare internet? Chi ha dato l’ordine di non inviare i comunicati stampa? Forse il suo diretto superiore ovvero il Sindaco Maurizio Marchetti? Negli anni questa”stranezza” ci è già accaduta altre volte e noi abbiamo tenacemente resistito, continueremo a resistere ma ci piacerebbe dipanare questa matassa. In ogni caso, oggi vogliamo ringraziare tutti i nostri cari amici che ci seguono e che contribuiscono a tenere aggiornato il sito.

 

Advertising