Renzi “il rottamatore”: ergastolo per la patente

da
Advertising

Firenze, il sindaco Renzi, il rottamatore, lancia una proposta dallo strano sapore: ergastolo per la patente (ovvero ritiro a vita con divieto assoluto di guida), pene aumentate sino a 18 anni di carcere e arresto se il «pirata della strada» è sorpreso in flagranza di reato. «Perché è una cosa assurda e ingiusta che un borseggiatore finisca in carcere se sorpreso a rubare in autobus e chi, drogato o ubriaco, uccide qualcuno con la sua auto non debba fare neppure un giorno di galera e magari riesca poi a riottenere la patente», dichiare Renzi ai margini di una conferenza stampa. La conferenza era stata convocata per la presentazione di una legge di iniziativa popolare da inserire nel codice penale il reato di «omicidio stradale» e ha dato il via alla raccolta di firme. Un’idea che almeno a Firenze è trasversale e a quanto pare non solo.  La proposta di legge è stata promossa da Stefano, Stefania e Valentina, familiari di Lorenzo Guarnieri, 17 anni morto un anno fa (il 2 giugno) in un incidente stradale davanti al parco delle Cascine. Per formalizzare la proposta servono 50mila firme, Renzi a quanto dichiara avrebbe trovato anche Parlamentari disposti a depositare il testo in Parlamento e,  su alcuni siti web  già partita la raccolta firme.


Advertising