Gli italiani scelgono il mutuo online durante l’orario di lavoro

da
Advertising
Gli italiani scelgono il mutuo online durante l'orario di lavoro
Gli italiani scelgono il mutuo online durante l'orario di lavoro

Gli italiani cercano sicurezza, vogliono un tetto e dei mattoni di proprietà, questo pensiero infatti non dà tregua a una buona parte dei cittadini in età lavorativa. Ecco quindi un noto portale di broker online ha deciso di fare una inchiesta e cosa si scopre? Almeno il 56% dei lavoratori cerca il mutuo favorevole mentre è al lavoro o comunque in normale orario di ufficio.Negli ultimi mesi infatti almeno 10mila richieste sono giunte al portale che fa preventivi di mutuoi online proprio in quell’orario. Dai dati analizzati emerge anche che gli italiani prediligono analizzare ed osservare le varie proposte nei momenti più lucidi della giornata, forse perschè sono tutti consapevoli che per fare determinate scelte bisogna mantenere la mente molto concentrata. Solo il 30% degli utenti pare scelga il mutuo in orario post lavorativo, ovvero da casa, o meglio dopo le 19.00. Inoltre dal sondaggio emerge un altra curiosità, infatti pare che gli italiani non abbiano preferenze in merito alla giornata in cui compiere le ricerche, sostenzialmente le maggiori richieste sono fatte tra il martedì ed il venerdì mentre domenica  elunedì si registra un netto calo di richiedenti, dunque gli analisti di mutui.it hanno stabilito che il lunedì probabilmente è una giornata molto impegnativa un pò per tutti.

Ecco poi alcune curiosità di carattere regionali: in Liguria le ricerche di mutui si fanno “presto”, intorno alle 7 del mattino, mentre più tardi, come dire, a colazione, le richieste arrivano da Basilicata, Molise e Valle d’Aosta, mentre nelle Marche l’orario prediletto pare sia la pausa pranzo. Coloro che osservano le varie proposte mutualistiche durante l’orario di lavoro sono anche stati “schedati” per regione e così scopriamo che dalla Balisicata il 62% la scelta la compie in ufficio seguiti poi dalla Lombardia e dalla Sardegna che si attestano al secondo posto con un media del 59%, In Trentino ed in Umbria invece le ricerche si fanno da casa, o dopo le 19.

Advertising