L’Italia non è un Paese per giovani.

da
Advertising

L'italia non è un paese per giovaniL’Italia è un Paese per vecchi, di contro, l’Italia non è un Paese per giovani. Oggi il neopresidente di Confindustria, Jacopo Morelli ha aperto il 41/mo convegno di categoria a Santa Margherita Ligure: «È tempo di occuparci del futuro dell’Italia. Alziamo la voce sul nostro futuro, che è il futuro del Paese. Non ci arrendiamo e non ci rassegniamo». Secondo Morelli infatti «nulla è più irresponsabile che sprecare una generazione». Calca la mano il giovane imprenditore, per lui infatti “questa Italia è contro i giovani,continuando a penalizzare le nuove generazioni, sprecando le loro forze e il loro talento, sarà impossibile ottenere una robusta crescita economica.Non ci arrendiamo dinanzi ad un Paese che non è, e non sembra voler diventare, un Paese per i giovani,oggi in ostaggio di egoismi generazionali e di una pervasiva gerontocrazia, antitesi della meritocrazia e pericoloso blocco alla crescita».
Secondo il rappresentante dei giovani industriali l’Italia ha la speranza di diventare un Paese per giovani però ci vuole il massimo impegno proprio dei giovani.

Advertising