Prende spunto da FB, denuncia, ed ora Berlusconi è nuovamente indagato

da
Advertising

prende spunto da facebook, denuncia ed ora Berlusconi è nuovamente indagatoUna nuova iscrizione nel registro degli indagati per il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Stavolta è un pm della procura di Modena Enrico Stefani, che ha inviato il fascicolo al Tribunale di Monza, cui spetta la competenza territoriale visto il luogo di residenza del premier. L’accusa è di vilipendio contro la magistratura, “cancro da estirpare”: le indagini, a quanto riportano svariate fonti online sarebbero  nate dalla denuncia di un privato cittadino di Modena che ha raccolto le dichiarazione pronunciate dal premier contro la magistratura italiana presentando poi un esposto all’autorità giudiziaria.  Paolo Vaccari, modenese di 47 anni, commerciante, è il cittadino che ha sporto denuncia e dichiara “L’idea è del demonio dei nostri tempi, ovvero Facebook, dove ho trovato la proposta di denunciare presso la Procura della propria città perché siamo stanchi del sopruso berlusconiano, e del suo accanimento contro la Magistratura”,  il commerciante,  sembra non appartenere a nessun  partito di sinistra e dichiara”Da sempre seguo la politica Sono simpatizzante di un neo partito, appena nato, ‘Democrazia atea’; non sono di sinistra, non sono di destra. Questa iniziativa è stata mia”

Advertising