Torino, un impianto in black out, muore bimbo in ospedale

da
Advertising

Torino, un impianto in black out, muore bimbo in ospedale
Torino, un impianto in black out, muore bimbo in ospedale

Torino, Santa Margherita, rinomato ospedale, muore un bambino. Sono bastati pochi minuti, di un paio di minuti di blackout all’impianto di erogazione dell’ossigeno e una vita di  nove anni è morto. L’incidente è avvenuto all’interno della centrale di distribuzione dell’ossigeno dove probabilmente i tecnici stavano lavorando. Il bambino è di origine venezuelana ed era da tempo ricoverato nel reparto di oncologia per una grave forma leucemica. La sua condizione richiedeva per la ventilazione una miscela d’ossigeno al cento per cento e i suoi polmoni erano già compromessi per questo la temporanea interruzione dell’erogazione dal sistema centrale gli è stata fatale. Altri cinque bambini, invece si sono salvati perchè gli infermieri sono riusciti a inserire immediatamente le  bombole d’ossigeno. A far scattare l’emergenza sono stati sia il sistema d’allarme della rete di distribuzione dell’ossigeno, sia i macchinari che segnalano il livello di ossigeno nel sangue. In queste ore sono in corso le ispezioni presso l’ospedale e tutte le informazioni saranno poi messe a disposizione degli inquirenti.
Il piccolo era venuto con i genitori dal Venezuela per sottoporsi a un trapianto di midollo osseo il bambino morto oggi nell’ospedale Regina Margherita di Torino per un incidente alla centrale di distribuzione dell’ossigeno dello stesso ospedale, un viaggio della speranza andato a male per un guasto tecnico.

Advertising