Operazione Megaride: indagato Vittorio Pisani, capo della Squadra Mobile di Napoli

da
Advertising

vittorio pisani capo squadra mobile di napoliAnche nelle migliori famiglie esiste una “pecora nera”: il capo della squadra mobile di Napoli, Vittorio Pisani, è indagato con l’accusa di favoreggiamento nei confronti dei titolari di un ristorante, nell’ambito di un’inchiesta della Dia nei confronti di affiliati al clan Russo. Lo ha confermato all’ Ansa il Procuratore di Napoli Giovandomenico Lepore. La Direzione Investigativa Antimafia del capoluogo partenopeo, con la collaborazione dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, sta eseguendo arresti e sequestri in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip nei confronti di persone legate al clan Lo Russo di Miano. Le indagini hanno riguardato una ingentissima attività di riciclaggio e di usura ed il reinvestimento di capitali illeciti in catene di ristoranti, pub e bar dislocati prevalentemente sul lungomare napoletano, con filiali a Caserta, Bologna, Genova, Torino e Varese.

Pisani è uno dei nomi eccellenti coinvolti nella operazione che questa mattina ha portato ad arresti e sequestri a Napoli dall’alba di oggi con l’operazione ‘Megaride’.Oltre un centinaio di uomini della Direzione Investigativa Antimafia di Napoli, coadiuvati da personale dei comandi Carabinieri e della Guardia di Finanza di Napoli, stanno dando esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia napoletana ed a ingenti sequestri di attivita’ imprenditoriali, società ed immobili nel capoluogo campano. Su Pisani ha preso posizione il capo della Polizia, Antonio Manganelli: “Confermo stima e fiducia nel dottor Vittorio Pisani, che destinerò ad altro incarico per corrispondere alle determinazioni dell’autorità giudiziaria, nella quale ripongo altrettanta fiducia”.

 

 

Advertising