Sarti querela Marchetti

da
Advertising

Mario Sarti, consigliere di opposizione, capogruppo di Alternativa Democratica, voleva informazioni sul pozzo Tazzera. Si è recato all’ufficio ambiente e ha trovato gli impiegati i quali, abbastanza imbarazzati, gli hanno detto che lui non poteva entrare, come i cani in albergo. Motivo? Disposizione del sindaco e del funzionario che si sono rifatti alla disposizione dello scorso settembre che stabilisce il dover passare dal Paluzzi per qualsiasi richiesta. “Quella delibera è stata presa quando c’era un Patto di Stabilità da rispettare. Credo di avere diritto, come consigliere, all’accesso agli atti – ha esclamato Sarti – e non voglio rivolgermi a Paluzzi perché non lo ritengo giusto. Così ho chiamato i carabinieri. Mi è stato negato un diritto. Per questo ho querelato il sindaco e il funzionario. Ora vedremo cosa accadrà”. 

Advertising