Nessun problema per l’ordinanza sul viale Europa per i Tir

da
Advertising

Per il momento tutto ok e nessuna conseguenza per i comuni vicini, in primis Altopascio e Porcari. E’ partito il presidio della polizia municipale di Capannori su viale Europa, per far rispettare l’ordinanza di senso unico alternato ai Tir con portata superiore alle 7,5 tonnellate, entrata in vigore lunedì 2 gennaio e che è stata oggetto di un incontro in Prefettura. Lucca invece minaccia Capannori di prendere a sua volta in considerazione divieti analoghi.  

Come annunciato, quindi, il sindaco Giorgio Del Ghingaro ha concretizzato un provvedimento che, nei fatti, migliorerà la qualità della vita dei cittadini di Marlia e Lammari, finora costretti a convivere con traffico e smog.

Inoltre, nessuna penalizzazione per le aziende locali, in quanto l’ordinanza prevede deroghe per lo scarico e carico e per i Tir delle ditte del luogo.

“Molte imprese hanno già fatto richiesta di autorizzazione – conferma il comandante della polizia municipale Iva Pagni – e molte altre lo stanno facendo in questi giorni. Il clima è sereno, stiamo presidiando viale Europa e non ci sono segnalazioni di rilievo. Il provvedimento, infatti, è stato studiato in modo sia da alleggerire la mole di mezzi pesanti che ogni giorno transitano su questa arteria provinciale, sia da agevolare le aziende locali, autorizzandole alla normale attività. Il nostro compito, oltre a rilasciare le autorizzazioni del caso, è quello di informare dell’entrata in vigore del provvedimento e garantirne il rispetto”.

Il primo giorno di senso unico alternato su viale Europa per i mezzi pesanti con portata superiore alle 7,5, quindi, si svolge senza criticità.

“Si tratta di un’ordinanza dovuta nei confronti dei residenti di Marlia e Lammari, che in questi anni hanno già pagato tanto in termini di qualità della vita – dichiara il sindaco Del Ghingaro –. Eravamo certi che il provvedimento non avrebbe creato particolari disagi, perché abbiamo tenuto conto, oltre alle necessità dei cittadini, di quelle del comparto produttivo locale. Inoltre, abbiamo scelto di introdurlo all’inizio dell’anno perché sono giorni di minor traffico, e questo facilita l’attività d’informazione. Come amministrazione, quindi, confermiamo la nostra decisione di adottare quest’ordinanza per modificare una viabilità che da troppo tempo è oggetto di accordi collegiali, che purtroppo però sono rimasti sempre e soltanto sulla carta. Certi di agire nell’interesse del territorio e della comunità, porteremo, con serenità, le nostre argomentazioni anche alla riunione in Prefettura”.    

 

 

 

Advertising