L’opposizione ce la fa: ottenuto consiglio comunale straordinario sulle aziende in crisi

da
Advertising

Un vero e proprio evento. Così lo ha definito ad esempio Stefano Bianchi dell’IDV. Dopo 15 anni ritorna un consiglio comunale straordinario ad Altopascio, sul tema del lavoro. Giovedì 2 febbraio alle 21. Richiesto dai entrambi i gruppi di opposizione, Alterantiva Democratica e Liberaltopascio. In conferenza stampa illustrate dal segretario Pd Bicocchi le proposte che saranno avanzate nel civico consesso, ad esempio esentare i lavoraoti licenziati dal pagamento di alcuni tributi, agevolazioni per le imprese che mantengono i livelli occupazionali, monitoraggio di quest’ultimi in modo costante. “La politica è accusata di essere distante dalla gente – ha spiegato Bicocchi – vogliamno parlare di problemi quotidiani che ad Altopascio si sono acuiti negli ultimi tempi e non solo con le crisi di Panem e Lam, ma anche Chelucci (dove sono attivi i contratti di solidarietà), Conad, Colged. Superiamo gli steccati ideologici per i cittadini”. All’incontro con la stampa erano presenti anche Mario Sarti, capogruppo di Alternativa Democratica (con i consiglieri Pippi, Toci e D’ambrosio), Matteo Tori perLiberaltopascio rappresentata anche dal presidente dell’associazione Maurizio Mazzanti. Lunedì incontro in comune con i parlamentari Poli, Udc, Mariani e Marcucci, Pd, Bergamini, PdL, sui problemi occupazionali.

Advertising