Lettera aperta e pubblica a Mario Sarti

da
Advertising

Registro con piacere l’intervento di Stefano Bianchi dell’Idv su quanto accaduto (c’è poco da aggiungere, no stavolta non hai commesso errori di ortografia). Anche noi abbiamo proposto la verità. Il comunicato del Tori, firmato da Maurizio Mazzanti, è a disposizione di tutti. Mario Sarti mi definisce nobile ignoto. Ha ragione. A Roma, quando ancora vigeva il teocratico Stato della Chiesa, il buon Pasquino attaccava i suoi fogli ironici nei confronti del Papa ad una nota colonna del centro. E non si firmava mica, sennò erano dolori. Non è fondamentale, caro Mario, che io mi firmi o meno. Puoi crederci o meno ma ti ho sempre stimato. Sei a volte troppo Capitan Fracassa, ma ti riconoscerò sempre l’onestà intellettuale e la coerenza. La voglia di fare per gli altri. Qualcuno ti accusa di non esere erudito ma invece hai più intelligenza politica di molti. E, guarda cosa arrivo a dirti, in maggioranza farebbero carte false per avere un tipo scaltro ed arguto come te. Non è però importante chi si firma e chi no. Quello che è stonato è che te, tradizionalmente senza briglie addosso, abbia accettato il diktat di Bicocchi che probabilmente ti ha imposto di non fare casino dopo “il banale litigio” avuto nella riunione dei capigruppo. Hai firmato un comunicato congiunto, tuo e di Tori, (leggibile su un sito nostro concorrente) in cui davi la colpa ai giornalisti dell’accaduto. Pace e zuccherini tra voi, poi arriva Tori che dopo tre giorni ti “spara” il comunicato che abbiamo già pubblicato, dove si parla addirittura di inciuci. Un tuo difetto da sempre è quello di non concentrarti sulle priorità: in questo momento invece di sapere chi sono io sarebbe opportuno un confronto al vostro interno (Alternativa Democratica intendo) su come gestire Tori. La gente non vuole le sparate, le urne lo hanno dimostrato da tempo. Smarcarsi da lui, ma ufficialmente, è l’unica strada. Altrimenti gli servireste solo come trampolino per fargli acquisire visibilità.

P.S. Sono preoccupato, da diversi giorni non si sente il Bronzi…e nemmeno Anna…

Advertising