Tori e la vittoria di Pirro

da
Advertising

 Prendiamo atto da un comunicato di Liberaltopascio della “vittoria giudiziaria” di Matteo Tori su Marchetti. A parte che gli estensori del comunicato hanno fatto bene a specificare “giudiziaria”, perché di vittorie elettorali nella carriera di Tori (sia ad Altopascio che a Montecarlo dove anni fa prese 20 preferenze, si può controllare facilmente), ce ne sono state poche purtroppo. Mi fa piacere che Tori e la sua lista, che su questo sito chiesero ospitalità in campagna elettorale, esattamente 12 mesi fa, adesso comunichino una così bella notizia.  La causa vinta dal Tori è quella che gli fu intentata dal comune per la questione dei concorsi. Tori venne querelato e adesso, anche in sede del gip di Firenze, si è rigettata l’istanza di opposizione all’archiviazione già disposta dal pm. Quindi, in parole semplici, archiviazione dall’accusa di diffamazione a mezzo stampa. Ora, ci fa anche piacere tutto ciò. Perché questo sito ne sa qualcosa di bavagli e denunce. Si sa, Marchetti se ne frega, tanto gli avvocati li paga il comune (per fortuna che adesso il sito e la società proprietaria non sono più nella giurisdizione Italiana altrimenti il sindaco vi avrebbe fatto spendere altri soldi con gli avvocati). Ma non è solo Marchetti: vorrei ricordare a tutti che anche qualche dipendente comunale fu pronto a denunciare questo sito un paio di anni fa. In ogni caso però bisogna restituire alla notizia la dovuta obiettività: Tori ha vinto la causa, ma è solo la seconda soddisfazione, dopo la storia dell’incompatibilità. Tori ne ha perse diverse di vertenze legali, specialmente dopo che sbagliò a presentare la lista elettorale nel 2001. E’ come se una squadra di calcio ricordasse le ultime due affermazioni, dimenticando le altre 15 batoste incassate negli anni passati.  Un successo di Pirro.  Siccome in un recente comunicato Tori parla del Pd additandolo del peggior risultato elettorale dal 1992 ad oggi, propongo una domanda a tutti voi: se Tori fosse stato nella lista di Sarti a maggio 2011,  ce l’avrebbe fatta ad entrare in consiglio, visto che Sara D’Ambrosio, Daniel Toci e Pippi hanno preso un bel pò di preferenze? Non a  caso citiamo l’esempio di Montecarlo di anni fa, quando Tori prese davvero pochi voti. Comunque, chi si accontenta, gode.

Advertising