Il Pd sulla festa del pane

da
Advertising

Il prossimo fine settimana si svolgerà l’ottava edizione della “Festa del Pane” ad Altopascio. Un momento  importante, un’occasione per valorizzare e far conoscere il prodotto che ha reso famoso il Paese. Si dice che l’ottima qualità del Pane Altopascese derivi da diversi  fattori , in particolare dalle caratteristiche dell’acqua  ma soprattutto dalla manualità e professionalità dei suoi panificatori.  In questi ultimi mesi di crisi economica e occupazionale anche il settore della Panificazione sta subendo duri colpi; nel nostro territorio è emblematica la vertenza Panem che ha trasformato degli abili fornai in agguerriti difensori della propria dignità e del proprio futuro. Da oltre 5 mesi presidiano la fabbrica 24 ore su 24 e sono senza stipendio in attesa dell’erogazione della Cassa Integrazione. La vertenza è arrivata ad una fase decisiva e tutta la comunità deve continuare a sostenerla. Per questo credo che sia importante dare alla festa del Pane un significato in più, ovvero quello di un importante momento di solidarietà che coinvolga tutta la cittadinanza. Crediamo sia giusto rivolgere questo momento a loro; a chi ha dedicato una parte importante della propria vita a produrre il famoso pane di Altopascio e oggi si ritrova senza lavoro nè prospettive. A  tutti gli operai della Panem che quel pane vorrebbero continuare a produrlo, e che saranno presenti alla festa con un loro presidio. Quale occasione migliore per sostenere ed alimentare concretamente  la loro vertenza? Può essere un ottimo strumento di sostegno l’istituzione di una “Cassa di Resistenza”, ovvero un fondo nel quale ciascun commerciante presente con un proprio stand e anche ciascun cittadino secondo le proprie possibilità-  potrà liberamente lasciare un contributo volontario a sostegno di tutti i dipendenti della Panem.

Questo aiuto, oltre ad essere materialmente importante, contribuirebbe a far sentire  la solidarietà della cittadinanza a tutti questi lavoratori, stremati da mesi di presidio. Non dimentichiamo che, dietro la difesa del loro posto di lavoro, c’è una parte importante della storia e della notorietà  del Paese in cui viviamo. Parafrasando il noto slogan – scelto per questa ottava edizione della Festa del Pane e ben visibile anche da chi percorre l’autostrada – trasformiamo questa festa in un momento importante di “Pane e…Solidarietà”.

                                                                                                            PD Altopascio

Advertising