PDL davvero..Marchetti per finta

da
Advertising

Ve lo ricordate quel Maurizio Marchetti di un anno fa che urlava a gran voce “PDL Davvero”? Quel Marchetti che pareva volesse cambiare il mondo? Quel sindaco sempre in cerca di qualche riflettore insieme al suo amico Paluzzi? (Sì quel Massimiliano Paluzzi assunto da Marchetti ma pagato da noi Altopascesi per fare il racconta storie)

Gli abbiamo voluto lasciare un anno di tempo e adesso gli chiediamo il resoconto delle sue farneticazioni.

Ecco cosa scrive un esponente del PDL… Quello vero.

“PDL, DAVVERO UNA BARZELLETTA”

Leggevo sulla cronaca di Lucca de La Nazione che il Sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti avrebbe lanciato un manifesto, degli scontenti del  PDL, dal titolo “PDL DAVVERO”. Il tema, quello del futuro del PDL e della democrazia all’interno del partito, è certamente reale e da tempo divenuto particolarmente urgente per la stessa sopravvivenza di questa formazione politica. Il condottiero però non è minimamente credibile perchè è lo stesso  personaggio che, a fronte dei propri obbiettivi politici, ha accettato per anni il modo di operare di Denis Verdini, padrone del partito in Toscana.

La battaglia per un partito libero e democratico viene da lontano e non  è nata con il PDL ma nel corso degli ultimi anni di Forza Italia. Ebbene, quando in Provincia di Lucca si iniziò a parlare dei problemi  che affliggevano le regole e le candidature all’interno del partito di Berlusconi in Toscana e a Lucca, furono in molti ad aderire a quella protesta ma fra questi non c’era davvero il Sindaco Marchetti, forte sostenitore della linea Verdini che gli garantiva i numerosi vantaggi politici, poi di fatto ricevute. Quando quella protesta spontanea, culminata nel Congresso Provinciale FI 2007-2008 (quello prima annullato e poi “celebrato al momento giusto”), fu politicamente repressa, quel Sindaco Marchetti che oggi fa il  riformatore, urlava dal palco dell’Hotel Guinigi che il partito era perfetto e che ci doveva essere una linea di pensiero unica tacciando di eretici chi dissentiva!

Pertanto, ben vengano le battaglie per un partito rinnovato, ma si scelgano condottieri adeguati e credibili . . . . non certo quel  Maurizio Marchetti che ha rappresentato per anni l’ortodossia più cieca,  sempre pronto a piegarsi al potente di turno.

Alessandro Bolognesi
Consigliere Comunale PDL Viareggio

Advertising