Eventi ok, ma necessario coinvolgere maggiormente le piazze

da
Advertising

Confcommercio attribuisce i voti al comune di Altopascio, secondo valutazioni fatte dai commercianti che hanno apprezzato ma anche criticato il recente evento “Europa in piazza”. Sbagliato ad esempio, secondo alcune interviste di Confcommercio, escludere le piazze del centro storico. Positiva – afferma Paolo Montanelli, – la presenza di molte persone che non appartengono al circuito classico dei visitatori di Altopascio. Ma non si può incentrare una manifestazione di tre giorni soltanto sull’aspetto gastronomico: opportuna anche la presenza di banchi dell’artigianato e un coinvolgimento maggiore delle piazze”. Concetto, quest’ultimo, ripreso anche da Roberto Reino dell’enoteca La Magione del Tau: “Apprezziamo la volontà di ravvivare il nostro centro – dice Reino -, ma non si può pensare di chiudere l’accesso a un paese per un intero weekend lasciando le piazze vuote”. E anche Francesco Buti, dell’ omonima macelleria, è in linea con i colleghi: “Per il futuro occorrerà forse ripensare all’organizzazione di un evento che ha reso difficile l’accesso a molti negozi per quattro giorni”. Pierluigi Maltagliati, dell’omonimo negozio di dischi: “Puntare tutto sulla gastronomia – afferma – è un po’ riduttivo: molte persone sono arrivate qua, hanno mangiato e sono poi ripartite. La presenza aggiuntiva di un mercato ambulante avrebbe senz’altro funzionato da ulteriore strumento di richiamo”.

Advertising