Ordinanza antincendio boschivo a Montecarlo

da
Advertising
Comunicato comune di Montecarlo: “In vigore da ventiquattro ore la nuova ordinanza del Comune a prevenzione degli incendi lungo le strade, le campagne ed i boschi di Montecarlo. Studiata dall’ufficio di polizia municipale in collaborazione con la protezione civile di Montecarlo, sui suggerimenti espressi negli incontri tenutisi in Prefettura e presso il Comune, l’ordinanza integra all’opera di rafforzamento intrapresa dall’amministrazione per la salvaguardia delle aree boschive del territorio, interessate lo scorso anno da un incendio in cui sono andati perduti 30 ettari di bosco. L’ordinanza si presenta come perno del piano antincendio in fase di ultimazione da parte dell’Ente in stretta sinergia con i volontari della protezione civile della Misericordia che prevede una forte azione di coinvolgimento della cittadinanza a supporto dell’attività di monitoraggio e segnalazione di eventuali incendi, anche alla luce dei tagli effettuati dalla Regione dei fondi destinati a questo scopo.
Nel merito si chiede a tutti i proprietari, conduttori, detentori a qualsiasi titolo d’aree boschive confinanti con abitazioni o con strade anche vicinali di provvedere ad effettuare i relativi interventi di pulizia entro il prossimo 30 giugno ed alla rimozione del materiale infiammabile in un raggio di almeno due metri dai confini, nonchè al decespugliamento laterale ai boschi, lungo il perimetro di aree boschive, creando una fascia di rispetto di almeno cinque metri, priva di vegetazione, tale da ritardare e impedire il propagarsi degli incendi. “Con questa misura – spiega Marco Carmignani consigliere delegato alla protezione civile – il Comune colma la lacuna esistente nelle normative nazionali che non regolano ne autorizzano alcun ente o forza dell’ordine a disciplinare la pulizia delle aree boschive. L’obiettivo quindi è quello di creare lungo i confini delle aree boschive, a contatto con le abitazioni o interessate da viabilità, fasce di rispetto capaci in situazioni di emergenza di evitare il peggio con il propagarsi dell’incendio”.
Advertising