Panem, esce di scena la tenda verde, smatnellato il presidio

da
Advertising

Scomparsa la tenda verde, simbolo per sette mesi della lotta dei lavoratori Panem. Sotto quella tenda degli Alpini, il Governatore della Regione Rossi e molti politici, molte riunioni ed assemblee.  Dopo la firma dell’accordo, la presentazione dell’istanza di modifica della proposta concordataria al tribunale di Monza il 12 luglio, quest’ultimo il13 haespresso il nulla osta. Viaggia verso la fine la vertenza Panem di Altopascio. Decisiva sarà l’udienza dei creditori il 25 settembre. Adesso si deve smantellare il presidio, la tenda verde allestita a metà dicembre in località Triboli, di fronte allo stabilimento, per mesi mèta di assemblee e di strategie dei sindacati e dei lavoratori, fino al doppio referendum. Ma era la condizione per la presentazione della modifica al concordato: l’accordo, come già anticipato, prevede 4000 euro come incentivo all’esodo. Lino Giovannelli, Flai Cgil,  ha sottolineato in conferenza stampa che è pur sempre un risultato concreto. Potrebbe essere chiesta una proroga di sei mesi ulteriori per la cassa integrazione, sperando magari che gli esili volumi produttivi mantenuti, 40 quintali al giorno, possano invogliare un acquirente.

 

Advertising