Albanesi provocano incidente poi picchiano i carabinieri

da
Advertising

Prima a forte velocità e probabilmente in stato di ubriachezza, a bordo di una vettura di grossa cilindrata, hanno raso al suolo letteralmente l’unica cabina telefonica rimasta in centro, punto di riferimento prima dell’avvento dei cellulari. Poi, all’arrivo dei carabinieri chiamati per il sinistro, il conducente, albanese di 38 anni,  ha cominciato ad inveire contro i militari dell’Arma e si è rifiutato di sottoporsi alla verifica per il tasso alcolemico. In suo aiuto è arrivato anche un connazionale di 25 anni, entrambi residenti nella cittadina del Tau. E’ nato un tafferuglio, con i rappresentanti delle forze dell’ordine colpite da calci e pugni, tanto che sono dovuti ricorrere alle cure del Pronto Soccorso, con escoriazioni giudicate guaribili in alcuni giorni.

Advertising