Via i cartelli dal centro di Montecarlo

da
Advertising
Via la ridondante ed anti estetica segnaletica stradale, i cartelli di divieto di sosta, di senso vietato, di regolazione della sosta, sostituiti da un unico cartello all’ingresso del paese che disciplini la viabilità e la sosta nel borgo antico.A seguire l’eliminazione dei cavi volanti e dell’illuminazione pubblica in stile moderno inserita nelle traverse con il ritorno alle antiche lanterne, la ripulitura da adesivi, scritti e graffiti dai cestini e dalle canale, nel centro storico e nelle frazioni. Da un lato una battaglia culturale e di civiltà per riportare, anche nei dettagli, la fisionomia di Montecarlo il più vicino possibile alla sua vera identità ed origine medievale che è il suo punto di forza per l’attrazione turistica e culturale, dall’altro la lotta senza quartiere all’incuria ed al degrado urbano già avviata con il lancio di una forte campagna di sensibilizzazione. Con la chiusura al traffico ed alla sosta dei veicoli nel centro storico per tutta la settimana in periodo estivo, novità introdotta dalla giunta Fantozzi, un’altra scelta che ricorda molto da vicino i progetti promossi dall’unione europea di “shared space” già sperimentati in Inghilterra, Paesi Bassi e Germania motivati dal desiderio di ridurre la posizione dominante di veicoli all’interno delle aree urbane. Dopo aver colmato un vuoto regolamentare con l’approvazione, da parte dall’Amministrazione Comunale, del regolamento per l’arredo urbano il comune di Montecarlo avvia dalla prossima settimana la “liberazione” del centro storico dalla segnaletica stradale e commerciale in vista di un suo riordino in chiave prettamente turistico culturale. Al regolamento dell’arredo urbano che, con i suoi 24 articoli ed allegati tecnici, si pone come strumento di riqualificazione dell’ambiente urbano, fornendo i criteri affinché gli elementi di arredo e decoro (inteso arredo, insegne, targhe, numeri civici), oltre che ad essere utili al loro scopo, siano inseriti correttamente nel contesto del territorio comunale di Montecarlo. segue oggi questa seconda tappa di recupero e valorizzazione del decoro urbano del centro antico di Montecarlo.
 
“Montecarlo merita questo recupero e questo impegno – sottolineano il Sindaco Vittorio Fantozzi ed il consigliere delegato all’ambiente Emanuele Stefanini – a tutela del suo decoro ed a rispetto della sua storia. Dopo decenni di invasione di segnaletica stradale ed illuminazione pubblica priva di progettualità, senza altra considerazione che non fosse quella strettamente relativa al rispetto del codice stradale, aderiamo a nuove concezioni e modi di pensare non solo il decoro e l’arredo urbano ma la stessa viabilità dell’ambiente in cui viviamo. Elementi che, se regolati insieme, possono contribuire a migliorare, con la vivibilità, la qualità della vita dei nostri concittadini”.
Advertising