Rapina alla sala giochi Bocino Slot House di Chimenti

da
Advertising

Ha chiesto, senza profferir parola ma solo a gesti e con una maschera sul viso e la pistola in pugno, l’incasso. Poi se ne è andato con un bottino che sfiora i 10 mila euro. Rapina alla sala giochi “Bocino Slot House”, in località Chimenti, sulla via Romana Lucchese, nel comune di Altopascio. L’uomo aveva un complice in auto, parcheggiata a pochi metri sulla strada. Al momento della sua irruzione c’erano tre o quattro clienti. Il bar omonimo che si trova accanto era chiuso per turno. Il titolare, che gestisce entrambe le attività, era salito al piano di sopra. Il ragazzo che aveva il ruolo di sorvegliante, quando ha notato l’uomo con il volto travisato ha cercato di non farlo entrare. Ma il bandito ha spinto con forza la porta di ingresso. Curiosamente non ha mai profferito parola. Con l’arma puntata in faccia il rapinatore di Chimenti ha fatto cenno di aprire la cassaforte all’interno della quale c’era un borsello con il denaro. Una volta ottenuto il contante, è fuggito. Sul posto sono giunti i carabinieri di Altopascio. Le telecamere della videosorveglianza hanno registrato immagini interessanti, che saranno utili per le indagini.   

Advertising
Advertisements