Piana, treni e problematiche

da
Advertising

EPSON DSC pictureIl Comune di Montecarlo riapre alla cittadinanza i locali della Stazione ferroviaria ormai chiusa da tempo, pensando ai propri pendolari ma in genere agli utenti del treno incluso i turisti, dove ha predisposto una nuova sala d’attesa, compiendo una completa riqualificazione della struttura e dell’intera area, incluso l’area a parcheggio gratuita. Ma molti montecarlesi devono prendere il treno a Altopascio perché quelli delle 7,30 più comodi per chi lavoro o studia, non si fermano a san Salvatore. Svolta radicale tra Trenitalia, Regione a toscani e le pubbliche amministrazioni della provincia di Lucca e Pistoia che si trovano sulla tratta ferroviaria Firenze Viareggio dove una delibera regionale del 2012, attualmente sospesa, cancellava tutte le fermate nelle stazioni minori inclusa quella di Montecarlo San Salvatore che, assieme ai comuni limitrofi, ha avviato da allora una continua attenzione e mobilitazione tra amministratori, cittadini e pendolari sul tema del trasporto ferroviario e del diritto alla mobilità per l’utenza locale.
L’amministrazione comunale di Montecarlo assieme ai pendolari ed alla cittadinanza hanno così deciso di avviare una forte campagna di sensibilizzazione sulle problematiche generali e particolari della Stazione di Montecarlo i cui contenuti, tra sorprese e precise denunce, saranno illustrati in una conferenza stampa ed assemblea pubblica che si terrà sui binari prospicienti la stazione sabato 12 aprile alle ore 11.

Advertising