Lite per una questione di donne, devono intervenire i carabinieri

da
Advertising

carabinieriIl triangolo no. E aveva ragione Renato Zero viste le conseguenze (penali) che può portare. Si dirà che sui sentimenti verso una donna non si scherza. E infatti le ingiurie, le minacce, ripetute e continuate da gennaio 2014 ad oggi di un uomo di Altopascio, con precedenti, nei confronti di un rivale in amore, erano vere. Attraverso i social network ma anche più semplicemente con i classici sms del telefono cellulare, durante questi mesi ha tempestato di messaggi non propriamente cordiali l’altro uomo, “inondando” il suo apparecchio mobile. Passavano le settimane e la storia puntualmente si ripeteva. La vittima veniva invitata, si fa per dire, a desistere, a rinunciare a vedere la ragazza e allora, dopo reiterati avvertimenti, è scattato il racconto di quanto stava accadendo ai carabinieri di Altopascio. Dopo accurate e complesse indagini da parte dell’Arma, lo stalker è stato individuato e denunciato e piede libero. Altra vicenda di cui si stanno occupando i militari del Tau, un diverbio tra cittadini stranieri residenti all’ombra della Smarrita: una vicenda in cui vi sono però ancora punti da chiarire.

Advertising