Il Pd su tasse e lavori pubblici

da
Advertising

searchDue decenni di promesse non mantenute. Lo sostiene il consigliere Sara D’Ambrosio del Pd di Altopascio che in una nota dichiara: “Anche sulle tasse come si fa a dire che non sono aumentate? Con le aliquote imu invariate, l’istituzione della tasi e le nuove aliquote sull’imposta dei rifiuti le entrate previste nelle casse del comune saranno di circa 800 mila euro in più rispetto allo scorso anno. Ma come credere agli annunci di un sindaco che si è guadagnato la nomina di recordman dell’imu 2012 e che a dicembre, nonostante il Governo avesse abolito l’imposta sulla prima casa, ha regalato ai suoi cittadini per natale la mini imu? “. La D’Ambrosio inoltre attacca anche sulle opere pubbliche: “È arrivato il momento di smettere di parlare di grandi opere irrealizzabili: in un momento in cui si rendono sempre più necessari piccoli investimenti sul territorio la giunta stanzia 1milione e 600 mila euro per la compartecipazione alla spesa per la costruzione della piscina comunale che complessivamente andrà a costare circa 6 milioni di euro e che l’assessore ai lavori pubblici Fagni vuole far costruire a una società che oggi è pure in liquidazione. Ci sentiamo di dire a Fagni che sarebbe meglio facesse un giro nel comune per rendersi conto di quali sono le priorità su cui investire: asfaltatura strade, rete fognaria nelle molte zone in cui è ancora assente, nuovi marciapiedi e sistemazione di quelli esistenti, manutenzione delle scuole, punti luce in zone buie e pericolose. È sotto gli occhi di tutti che ad Altopascio è necessario un cambiamento e che non può arrivare da chi ha amministrato fino ad oggi che ormai non ha più scuse per le promesse non mantenute”.

Advertising