Toci del Pd: “Altopascio è sprovvisto di un piano per fronteggiare eventuali emergenze maltempo”

da
Advertising

urlLe intense piogge dei giorni scorsi hanno creato non pochi problemi anche sul nostro Comune dove si sono verificati alcuni allagamenti e disagi alla circolazione.
Il nostro territorio, per conformazione e grazie alla messa in sicurezza di alcuni corsi d’acqua, è sicuramente meno esposto di altri a rischi idrogeologici, ma questo non autorizza nessuno ad abbassare la guardia e a trascurare la prevenzione.
Invece che sollevare polemiche dopo i disastri, è nostra intenzione denunciare, fin da ora, gravi lacune organizzative affinché l’Amministrazione si attivi immediatamente, facendosi trovare pronta in caso di necessità.
Altopascio rientra fra quel 24% di Comuni toscani che non hanno ancora un piano di emergenza comunale, cioè quello strumento che in concreto consente alle autorità di predisporre e coordinare gli interventi di soccorso a tutela della popolazione e dei beni in un’area a rischio; il nostro Comune inoltre non ha un proprio regolamento di protezione civile, non ha un proprio un centro operativo e un comitato operativo che avrebbe il compito di coordinare uomini e mezzi della polizia municipale, dell’ufficio tecnico e delle associazioni di volontariato, che con soccorritori preparati hanno operato in molte situazioni di crisi in tutta Italia.
Insomma nella prevenzione e nella gestione dell’emergenza non ci si può improvvisare specialmente in un Comune con oltre 15 mila abitanti.
Bisogna essere preparati per essere vicini ai cittadini nel momento del bisogno e per questo chiediamo che il Comune, che è il primo Ente responsabile di protezione civile, sani immediatamente queste oggettive carenze organizzative e, a tal fine, ci rendiamo disponibili per avviare un rapido lavoro in Consiglio Comunale che preveda anche un coinvolgimento delle associazioni di volontariato interessate.

Daniel Toci – Consigliere Comunale PD

Advertising