Furto di capi di abbigliamento firmati

da
Advertising

carabinieriQuando sono rientrati a casa hanno trovato ancora all’opera i ladri che però sono fuggiti nei campi con un bottino ingente, costituito soprattutto da abiti firmati. E’ la storia dell’ennesimo furto nel territorio di Altopascio. Stavolta la brutta disavventura è capitata alla famiglia di Franco Graziano e di Caterina Brescia, residenti in una villetta in località Riatri, al confine con località Ferranti, tra la frazione di Spianate e il capoluogo del Tau, in una zona abbastanza isolata in campagna, anche se alle palazzine distanti alcune decine di metri hanno sentito le mazzate assestate alla finestra per entrare. “E’ successo tutto intorno alle nove di sera, – raccontano i componenti del nucleo familiare vittima del colpo – e, ovviamente, noi non c’eravamo. Al rientro, probabilmente ci hanno visto al cancello con l’auto e sono riusciti a darsela a gambe. Quando siamo entrati c’era da mettersi le mani nei capelli: niente era più al suo posto. Cassetti a terra, suppellettili sparse in tutte le stanze, mobili spostati forse sperando di trovare una cassaforte. Si sono messi a rovistare dappertutto, squarciati persino i materassi e i letti. Una profanazione vera e propria della nostra intimità”. I malviventi comunque avevano le idee chiare: “E’ proprio così – aggiunge la famiglia Graziano – perché avevano un televisore nuovo di zecca di ultima generazione ancora nella scatola e non è stato nemmeno sfiorato. Erano interessati all’oro ma non trovandolo hanno trafugato decine di capi di abbigliamento. E si sono messi a scegliere, dimostrando di capirne, perchè le magliette e gli articoli di minor prezzo li abbiamo ritrovati, le camicie firmate ed altro materiale di abbigliamento di maggiore pregio invece sono sparite. Ormai sono diverse volte che subiamo simili situazioni e siamo davvero molto amareggiati”. Sul posto, per ascoltare i testimoni e per avviare le indagini, sono giunti i carabinieri della stazione di Altopascio.

Advertising