Strade Maestre

da
Advertising

Fra poche ore arriveranno 500 studenti-attori da ogni parte d’Italia e da Santiago de Compostela, Spagna, nel filone del percorso della via Francigena. La manifestazione, destinata a diventare una tradizione nei prossimi anni, è stata illustrata in conferenza stampa dal sindaco Marchetti, dall’assessore alla cultura Nicola Fantozzi, dalla dirigente Lucia Flosi e da Miriam Iacopi (che dirige una compagnia giovanile altopascese molto promettente e che ha ricevuto diversi consensi) e si configura come luogo di incrocio, da Santiago a Ostuni e vede Altopascio al centro della sua vocazione storica, l’accoglienza. Tutti gli spettacoli avranno luogo al teatro Puccini. Si parte il 5 con la scuola media altopascese che presenterà “L’isola”, da un’idea di Alessandro Baricco. Venerdì 6 alle 9,30 si esibiranno gli alunni di una media di Aquileia, Udine e alle 11 quelli di una scuola omologa di Mestre. Alle 21, gli studenti della primaria del plesso Spianate Altopascio sul palcoscenico con “Viaggiando con i libri si costruisce una città”. Sabato 7 dalle 9,30 in poi, in scena ragazzi di un liceo di La Spezia, di un istituto polispecialistico di Sorrento, di un liceo classico di Ostuni (Brindisi), mentre alle 19 le classi quarte e quinte di Badia Pozzeveri (primaria) ci faranno riflettere con “Camminando lentamente si diventa grandi” e a seguire, sempre sul tema del viaggio, i bambini dell’elementare di Marginone si cimenteranno in “Non si viaggia senza un cuore”. Infine domenica 8 una associazione culturale di Figline Valdarno proporrà una versione di Romeo e Giulietta oltre Ashakespeare. Il 6 novembre nella sala del consiglio, dalle 15 alle 18 convengo dibattito sul teatro come strumento di pedagogia partecipativa

Advertising