Montecarlo nel Consorzio Vini del Nord

da
Advertising

vinoI bianchi e rossi doc di Montecarlo entrano a far parte del Consorzio “Vini del Nord” insieme a quelli della zona di Carmignano nel pratese, ai prodotti del Montalbano nel pistoiese e a quelli dei colli di Luni, in Lunigiana, in provincia di Massa. L’indicazione del punto cardinale è valida certamente a livello geografico (Massa, Montecarlo, Pistoia e Prato si trovano nella parte settentrionale e centrale della Toscana) ma questa unione di forze e di intenti trova la sua motivazione anche nella volontà di rivendicare un ruolo di preminenza all’interno del Granducato e non solo, nonostante la presenza di autentici giganti del settore enologico come il Chianti o di un Bacco davvero particolare come quello della costa tirrenica. Le doc di piccolo cabotaggio a livello di bottiglie prodotte e di fatturati, vogliono sfruttare le rispettive peculiarità per un mercato comunque diversificato e con proprie nicchie. Tra l’altro, si vocifera che alla guida della costituenda e neonata struttura potrebbe essere nominato proprio Gino Carmignani, conosciuto come Fuso, produttore e presidente del Consorzio montecarlese.

Advertising