Arrestato pusher, si faceva dare le chiavi di casa alle ragazzine affinché svaligiasse le loro case in cambio di alcune dosi

da
Advertising

carabinieri 2I parenti dei derubati complici dei ladri. due ragazzine di 14 e 15 anni collaboravano ai furti messi a segno nelle loro stesse case, per depredare i genitori di ori, gioielli e denaro: merce di scambio per le dosi di droga, vendute a ragazzini con meno di 14 anni, da un pusher poco più adulto di loro. E che attraverso i social network e le chat sul telefonino gestiva un giro tra i giovanissimi di Altopascio e Marginone. In manette un 24 enne, già finito nei guai per spaccio, un disoccupato originario di Pescia ma residente a Altopascio è in carcere su ordinanza di custodia cautelare chiesta dal pm Aldo Ingangi e firmata dal gip Silvia Mugnaini. E’ accusato di almeno tre furti in abitazione – tutti nella zona – e di spaccio di stupefacenti, con l’aggravante di aver venduto dosi di hashish, marijuana ma anche cocaina anche a adolescenti con meno di 14 anni. Nei guai sono finite anche le due studentesse che hanno dato le chiavi di casa al ragazzo, perché rubasse il necessario in cambio delle dosi: sono state denunciate alla procura dei minori di Firenze con l’accusa di concorso nei colpi effettuati. Stessa sorte è toccata ad un 17enne, utilizzato come galoppino dal giovane quando quest’ultimo aveva l’obbligo di dimora.

Advertising