Ondulati Giusti, la tedesca Palm in pole per l’acquisto

da
Advertising

searchE’ dell’azienda tedesca Papierfabrick (tradotto fabbrica che produce carta) Palm l’unica e migliore offerta per l’acquisizione dello storico marchio Ondulati Giusti, leader nella produzione di cartone, con stabilimenti localizzati a Altopascio e a Sesto Fiorentino e che occupa 293 persone complessivamente, 192 nella fabbrica della cittadina della Piana lucchese, 101 nell’hinterland fiorentino. Come noto l’impresa altopascese aveva avuto notevoli difficoltà. Tra la fine del 2014 e l’avvio del 2015 era subentrata alla vecchia proprietà la Pro Gest spa, holding di proprietà della famiglia Zago di Istra (Treviso), il gruppo privato numero uno in Italia nella produzione di carta, cartone, imballaggi e packaging, oltre che uno dei maggiori in Europa nel comparto del riciclo, garantendo continuità aziendale e occupazionale attraverso un affitto quadriennale al canone annuo di un milione e duecento mila euro. Dalla procedura di evidenza pubblica è emerso che l’offerta dei tedeschi, non condizionata dall’omologazione del concordato preventivo, è giudicata migliore. La stessa cifra, si ipotizzano 29 milioni di euro (20 per lo stabilimento di Altopascio e 9 per quello di Sesto), veniva proposta anche dalla Pro Gest. Sfida in parità ma la Palm pagherebbe subito all’atto della cessione: per questo motivo, a parità di importo, sarebbe in vantaggio. Verrebbe mantenuta inoltre tutta la forza lavorativa delle due unità produttive. Ma l’aggiudicazione è comunque provvisoria. Per quale motivo? Perché la Pro Gest ha 60 giorni di tempo per rilanciare la sua offerta e migliorarla, esercitando il diritto di prelazione su una o entrambe le aziende a parità di condizioni. Il 19 marzo 2016 il verdetto definitivo

Advertising