Polemica da campagna elettorale sul palasport

da
Advertising

palestra via marconi2Un coordinamento tra gli uffici urbanistica e quelli finanziari a Altopascio per poter partecipare a bandi europei e reperire le risorse per opere pubbliche necessarie come il palazzetto dello sport. Lo propone Sara D’Ambrosio, capogruppo attuale della sinistra all’opposizione in consiglio comunale ma anche candidata a sindaco alle prossime elezioni amministrative. “Il palasport è una struttura necessaria e la palestra esistente che l’amministrazione comunale offre ai molti giovani atleti è fatiscente, vecchia e con spazi insufficienti – argomenta la D’amborsio – ma per reperire le risorse è necessario sfruttare questi bandi che erogano fondi alle pubbliche amministrazioni per progetti mirati. Nel mese di febbraio è scaduto un bando del CONI che metteva a disposizione 100 milioni di euro per quei Comuni che volessero costruire strutture sportive sul loro territorio. L’amministrazione altopascese, però, non ha presentato alcuna proposta. Altra occasione persa”. A stretto giro di posta arriva la replica del sindaco Marchetti: “Il Pd per l’ennesimo volta nons a di cosa si parla, vale a dire fondo «Sport e Periferie» trasferito dal governo al Coni, inserito nel decreto legge 185 del 2015, poi convertito in legge il 23 gennaio scorso. All’articolo 15, si dice “ A tal fine è autorizzata la spesa complessiva di 100 milioni di euro nel triennio 2015-2017, di cui 50 milioni nel 2016 e 30 nel 2017 ed è finalizzato a luoghi ove si trovano squilibri economici e sociali o per finanziare la candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024. Altopascio non rientra in queste categorie. Se il Pd ci indica la strada per trovare i soldi per farlo, cominciamo subito i lavori” .

Advertising