Furto a casa di Matteo Tori

da
Advertising

searchDopo aver sfondato il portone di ingresso a mazzate sono penetrati all’interno dell’abitazione mettendo tutto a soqquadro: in tutte le stanze mobili e cassetti rovesciati, oggetti sparsi dappertutto, compreso un accappatoio attaccato sulle lampade accese per non dare nell’occhio. Raccapricciante la scena che si è presentata al rientro a casa per Matteo Tori, 62 anni, consigliere comunale di opposizione in quel di Altopascio e candidato a sindaco alle prossime elezioni amministrative, ma residente nel territorio di Montecarlo. Ancora da quantificare il bottino. Il clamoroso raid dei malviventi ieri sera intorno alle 19. “Eravamo fuori sia io che mia moglie, mi sono recato a fare gli auguri di Pasqua a mia sorella, sono rientrato circa un’ora dopo e ho trovato l’inferno – commenta il consigliere – mi ci vorranno dei giorni per rimettere tutto a posto. Non è la prima volta che rubano a casa mia, mi sparì persino la macchina, ma questo è davvero troppo. Non si può vivere in questa maniera. Forse sono arrivati dal versante di San Giuseppe, devono averci spiato”. Sul posto i carabinieri.

Advertising