Altopascio, campagna elettorale: Hans, Grethel e la…strega cattiva

da
Advertising

searchSi è scoperto che Hansel e Grethel, i due bambini che hanno fatto pena a tutto il Mondo nelle favole perché imprigionati e mai più liberati dalla Strega cattiva, erano in realtà due pesti che ne combinavano di ogni. E la strega non era altro che una povera vecchietta che non ne poteva più dei loro dispetti. La verità spesso nasconde ciò che talvolta il luogo comune rivela e cela, al contrario, quello che le calunnie evidenziano. Altopascio per anni ha vissuto con la …Strega cattiva metaforicamente parlando, alias Marchetti Maurizio da Marginone che è diventato inviso a molti per i motivi più disparati. I poveri protagonisti della storia dei fratelli Grimm, così come i 3 porcellini e quant’altro potrebbero essere impersonati da una sinistra altopascese che ha sempre additato Marchetti come tiranno senza però riuscire mai a detronizzarlo, politicamente parlando. La sinistra ha perso ininterrottamente dal 1993 all’ombra della Smarrita. Da quando sono i cittadini ad eleggere il sindaco, sono calate le tenebre. Quindi si può dire tutto, ma se i cittadini di Altopascio lo hanno sempre premiato bisogna stare zitti. Ma un pizzico di autocritica dovrà essere fatta o no? Adesso ci prova Sara D’Ambrosio, ragazza preparata, giovane, con tutti i crismi per fare carriera. Non ci interessa sapere se vincerà o meno. Nei comunicati la D’Ambrosio spesso parla di cambiamento. Uno di questi dovrà essere quello di evitare che la politica diventi un mestiere, un reddito che entra. Chi scrive propone una norma per cui chi vuole fare l’amministratore pubblico deve avere un lavoro suo. Se non ce l’ha, al massimo un mandato. Sara sicuramente troverà una sua occupazione e magari potrà essere la prima sindaca donna dal 1881, quando è nata l’istituzione Comune altopascese. Questo vale per tutti gli schieramenti. Anche nel centrodestra troppo spesso abbiamo visto persone che hanno fatto l’assessore a tempo pieno e per anni. L’impegno civico richiede tempo? Yes. Ma oggi una voce in capitolo fondamentale ce l’hanno i tecnici. Certo, meglio essere presenti rispetto a chi ha fatto l’assessore per anni, intascando il suo bel “millino” netto mensile senza farsi mai o quasi vedere o addirittura vivendo all’estero. Si vuole cambiare? Cominciamo da qui. Per il resto, una campagna elettorale così moscia non si ricordava da lustri. Idee poche, progetti ancora meno. L’unica novità? Ferruccio Del Sarto si candida a sindaco con una lista sua. Riuscirà ad entrare in consiglio? Boh… Marchetti avrebbe voluto mediare per avere il gioielliere in squadra. Qualcun altro ha detto Nain. E poi parlano delle streghe cattive…

Advertising