Tutte le novità della Tari 2016

da
Advertising

d'ambrosio nuovaRiduzione del  tre per cento per imprese ed attività industriali, per le utenze domestiche l’obiettivo è quello di verificare la possibilità di poter attingere dal fondo anti crisi. Sono queste le direttive della nuova amministrazione civica altopascese sulla Tari, la tassa rifiuti, che sarà approvata sabato prossimo, 30 luglio, nel consiglio comunale che darà semaforo verde al bilancio. Tra l’altro, dal 2017 potrebbe anche diventare Tia, tariffa di igiene ambientale come a Capannori. Si tratta di una delle ipotesi allo studio. Il contratto era già stato firmato all’inizio dell’anno dalla precedente giunta. A parità di condizioni familiari ed abitative, gli importi saranno confermati. Il sindaco, Sara D’Ambrosio, precisa: “Facciamo chiarezza su una scelta che appartiene a chi ci ha preceduto. Ho letto di qualcuno che ci ha accusato di aver aumentato al tassa. Con gli stessi parametri l’importo rimarrà lo stesso. Cambia, invece, il numero di rate con cui si può pagare la tassa sui rifiuti: per delibera della precedente amministrazione, la Tari sarà pagata in tre rate, invece che in quattro. Vi saranno quindi due di acconto e una di saldo. Le prima rata di acconto ha scadenza 31 Luglio, mentre la seconda deve essere pagata entro il 31 ottobre; le due rate di acconto corrispondono al 67% dell’importo della tassa. Infine, il saldo deve essere corrisposto entro il 31 dicembre 2016”.

Advertising