Capannori Bilancio positivo per i progetti ‘Fianco a fianco’ e ‘Mamme tutor’ rivolti a famiglie con minori che si trovano in difficoltà

da
Advertising

Capannori –

Carmassi

E’ positivo il bilancio per il 2016 del progetto ‘Famiglie solidali’ realizzato dal Comune in collaborazione con Caritas Lucca che si articola in due progetti specifici ‘Fianco a fianco’ e ‘Mamme Tutor’. Entrambi i progetti sono rivolti a nuclei familiari con minori del territorio che, per motivi economici, sociali o abitativi, si trovano in temporanea difficoltà nell’organizzazione della vita quotidiana e manifestano problematiche nelle funzioni educative.

Sono otto i minori che  lo scorso anno, grazie alla partecipazione di cinque famiglie accoglienti, hanno beneficiato del progetto ‘Fianco a fianco’. Il progetto prevede che famiglie, coppie e single possano prendersi cura per tre pomeriggi a settimana di ragazzi e ragazze minorenni provenienti da famiglie che vivono situazioni di svantaggio e sono  in carico ai servizi  sociali del Comune e non possono contare sul supporto di una rete familiare o amicale. Le famiglie tutor affiancano le famiglie in difficoltà in vari ambiti, dall’educazione dei figli alla gestione del budget familiare, dando la possibilità  ai minori di frequentare corsi sportivi e attività ludico-ricreative, aiutandoli anche a svolgere i compiti scolastici.

Il progetto ‘Mamme Tutor’, inoltre, prevede  che mamme volontarie affianchino mamme che fanno parte di contesti familiari con problematiche sociali per sostenerle nella relazione con i propri figli. Le mamme tutor, che nel 2016 sono state quattro ed hanno affiancato altrettante mamme, svolgono la loro attività per un pomeriggio a settimana e ricevono un rimborso spese simbolico. Una volta al mese partecipano ad incontri di supervisione per affrontare insieme ad esperti le varie difficoltà che possono  incontrare  svolgendo la loro attività.

“Queste progettualità, che dato l’esito positivo abbiamo riconfermato anche per il 2017 – spiega l’assessore alle politiche sociali, Ilaria Carmassi – hanno un ruolo importante nel sostenere e riattivare le capacità di una comunità di prendersi cura di se stessa e delle esigenze delle fasce più deboli. Obiettivo specifico è quello di consentire a bambini e ragazzi individuati dal servizio sociale, di uscire da un circuito esclusivamente assistenziale, sperimentando in un contesto positivo di relazione con adulti di riferimento, momenti di serena quotidianità, affrontando nuove esperienze e conoscendo  modi diversi di relazionarsi allo studio e al gioco. Inoltre viene offerto un sostegno importante a quelle mamme che vivono situazioni familiari difficili e che possono trovare in un’altra mamma un sostegno ed un aiuto  per rendere migliore la relazione con i propri figli. Attualmente stiamo lavorando allo studio di nuovi progetti rivolti ai minori che  presenteremo prossimamente”. 

Dopo aver frequentato un corso di formazione i nuclei familiari interessati a partecipare al progetto ‘Fianco a fianco’ possono occuparsi dei minori inseriti nel progetto e, in cambio, ricevono un rimborso spese mensile, e per questo l’amministrazione comunale ha scelto di dare la priorità nell’individuazione delle famiglie volontarie a quelle a basso reddito. Le persone che partecipano al progetto svolgono la loro attività sotto la supervisione della Caritas di Lucca, che si occupa anche della loro formazione, e con il supporto delle assistenti sociali del Comune. 

Advertising
Tags: