GROSSETO – Primo Piano – “Ricercare”. Concerto per il Giorno della Memoria 2017

da
Advertising

Giovedì 26 gennaio (ore 21.30) al Nuovo Teatro delle Commedie

“Ricercare”. Concerto per il Giorno della Memoria 2017

L’ensemble di “ La fabbrica del nulla” tra melodie di tradizione ebraica e frammenti video

Livorno, 25 gennaio 2017 – Promosso dalla Comunità Ebraica di Livorno, dal Comune di Livorno e dall’Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni, si terrà giovedì sera 26 gennaio alle ore 21.30 al Nuovo Teatro delle Commedie il concerto per il Giorno della Memoria 2017.
Sul palco l’ensemble di “La fabbrica del nulla” che vedrà impegnati quattro musicisti: Massimo Buffetti, pianista e autore delle musiche, Stefano Agostini (flauti), Carlo Failli (clarinetti) e Luca Guidi (chitarre).
Il gruppo eseguirà nella prima parte del concerto musiche che richiamano melodie legate alla tradizione ebraica, alternate a musiche originali e a frammenti video, tra cui quelli provenienti da un lavoro di Tadeusz Wudzki realizzato presso il campo di Auschwitz-Birkenau.
Nella seconda parte  saranno invece presentati in anteprima assoluta brani tratti dal nuovo album “Ricercare” proposto dai musicisti del progetto “Fabbrica del nulla”. Il nuovo lavoro discografico del gruppo sarà presentato in un tour nordeuropeo; il debutto infatti è previsto a Helsinki presso Temppeliaukion Kirkko, la suggestiva ‘Chiesa nella roccia’ il prossimo 31 gennaio 2017, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Helsinki, sempre nell’ambito della ricorrenza dedicata a ’Il Giorno della memoria’. Faranno seguito i concerti di Stoccolma, presso l’Auditorium dell’Istituto Italiano di Cultura( 2 febbraio) ,  e di Amburgo, Monsun Theatre,( il 5 febbraio), in collaborazione con l’IIC di Amburgo.

“Ricercare” è una forma musicale in uso nel periodo tardo rinascimentale e primo barocco, di carattere improvvisativo: alla ricerca delle possibilità espressive dello strumento.  Girolamo Frescobaldi ne è stato uno dei massimi interpreti, se non addirittura il più importante.  ‘Ricercare’ è anche un’esperienza proveniente da luoghi singolari come certe remote aree himalayane o le sponde dell’oceano portoghese, i cui suoni, oltre a costituire gli elementi generatori della musica contenuta nell’album, vi sono in parte rappresentati.

 
Stefano Agostini, flautista, Diplomato con lode nel 1975 perfeziona gli studi con Conrad Klemm presso il Conservatorio di Winterthur (CH), dove ottiene il Solistendiplom. Parallelamente ad una pluriennale attività orchestrale come primo flauto ha svolto attività concertistica con vari ensemble cameristici in Italia e all’Estero. Interessato alle espressioni artistiche contemporanee, all’improvvisazione e al rapporto della musica con gli altri linguaggi artistici, collabora con molti compositori, compagnie di danza e di teatro curando prime esecuzioni ed elaborando musiche per spettacoli teatrali.  Dal 1977 è docente di flauto presso l’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno, e dal 2006 al 2013 ne è stato direttore. Tiene corsi di specializzazione e ‘master class’ presso varie istituzioni musicali.

Carlo Failli nel 1982 vince il concorso presso l’ OGI-Orchestra Giovanile Italiana e due anni dopo, nel 1984, si diploma con il massimo dei voti. Successivamente studia all’ Accademia Internazionale di Musica di Biella con Antony Pay e alla Musikhochschule di Lubecca con Sabine Meyer. Ha suonato come primo clarinetto nell’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, nell’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, nella Malher Chamber Orchestra, nell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, nell’Orchestra “J. Haydn” di Trento e Bolzano, nell’Orchestra Filarmonica Veneta, con direttori come Zubin Mehta, Riccardo Muti, Giuseppe Sinopoli, Myung-Whun Chung, Lorin Maazel e con compositori come M. Kagel, K. Penderecki, L. Berio, P. Maxwell Davies, Oliver Knussen partecipando a tournée in Austria, Germania, Francia, Spagna, Inghilterra, Scozia, Danimarca, Polonia, Russia, Turchia, Grecia, Cina, Giappone, Corea, Malesia, Taiwan, Filippine, Thailandia, India, Brasile, Argentina, Cile, Uruguay, Stati Uniti.  Nel 1997 ha vinto il terzo premio alla “Carl Nielsen International Clarinet Competition” a Odense, Danimarca.  Svolge attività sia come solista che con formazioni cameristiche, suonando in Italia e all’ estero: Inghilterra, Scozia, Danimarca, Svezia, Germania, Grecia. Nel 1999 ha ideato “Clarinetwork”, piccolo allestimento scenico intorno alla musica del ‘900 per clarinetto solo. Per oltre dieci anni ha ricoperto il ruolo di primo clarinetto nell’ ORT-Orchestra della Toscana. È docente di clarinetto presso l’Istituto Musicale Pareggiato “P. Mascagni” di Livorno. Dal 2011 collabora con la ‘Dulcimer Foundation pour la Musique’.

Luca Guidi ha iniziato gli studi di chitarra classica con il M° Nuccio d’Angelo presso l’I.M.P. “Pietro Mascagni”, a Livorno, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Ha seguito i corsi di perfezionamento con i Maestri Alberto Ponce e Oscar Ghiglia. Affianca all’attivita’ di strumentista quella di compositore.  Contemporaneamente agli studi di chitarra classica si e’ confrontato con universi musicali paralleli come il jazz e il rock, attraverso collaborazioni stabili con Rock band e musicisti Jazz Blues, tra cui Novadeaf, Bettablues Society. E’ membro del  24 Corde Ensemble, quartetto di chitarre classiche, vincitore della borsa di studio Monte dei Paschi di Siena presso l’Accademia Chigiana (2007) e del Sinfonico Honolulu, originale Ensemble di Ukulele. E’ docente i chitarra presso l’Accademia della Chitarra ‘Stefano Tamburini’ di Pontedera (PI) e presso la Filarmonica Puccini di Cascina (PI).

Massimo Buffetti, diplomato in composizione con C. Prosperi e R. Becheri, si è laureato studiando con A. Clementi e F. Donatoni e ha frequentato stages con G. Grisey, B. Cavanna ed  E. Morricone. Al Diplome d’Honneur rilasciato da ACIERS, Art et Culture dans l’Industrie Et la Recherche Scientifique, nel Luglio 1995 per le musiche del film ‘Idee in Forma’ fanno seguito, tra gli altri riconoscimenti, il Primo premio per la composizione del ‘Il piccolo principe’, su testo di A. de Saint-Exupéry, nel 12° Concorso Internazionale di Composizione Città di Barletta, 2002 ‘La Fiaba in Musica’, il 2° Premio all’8° Concorso di Esecuzione musicale ‘Città di Barletta’ Edizione Europea, per ‘Le scelte di re Lear’, il 2° premio all’8° International Music Competition Vittoria Caffa Righetti per ’Incanti’, Quartetto per Arpa, Sax sopr., Vl. e Vlc. ed il 3°Premio all’11° edizione della medesima rassegna, per il Quartetto d’archi ‘Il cerchio magico’. Ha realizzato musiche per numerose trasmissioni televisive e produzioni RAI – La storia siamo noi, Geo&Geo, Uno mattina, La vita in diretta, Ballarò, ecc., film, trailer, documentari e composto per varie compagnie di danza. Tra i CD pubblicati per Spring Art Development figurano ‘Leggiero’, 2006, Rai Trade, ‘Hanno detto’ 2010 e ‘La fabbrica del nulla’, 2011, Rai Trade. Nel suo repertorio sono presenti oltre 100 brani strumentali e vocali in ambito cameristico e sinfonico nella quasi totalità eseguiti in Italia e all’estero e pubblicati, in parte, da Rai Trade. E’ docente della classe di Pianoforte moderno presso la Scuola di Musica di Sesto Fiorentino (Fi).    

Advertising