Firenze Rimpasto in giunta, Grassi, Verdi e Trombi: “Nardella ha fallito in compagnia dei suoi assessori”

da
Advertising

“Abbiamo ascoltato le parole del sindaco Nardella di oggi. Il rimpasto della sua giunta non è altro che un’ammissione del fallimento politico della sua amministrazione”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, attacca la relazione del sindaco, insieme al consigliere Giacomo Trombi e alla consigliera Donella Verdi. E spiega: “La bocciatura dell’assessore Bettarini allo sviluppo economico è totale. Progetti chiusi pari a zero, idee spesso confuse e mancanza di concertazione con gli operatori del settore. Così potremmo riassumere questi anni”.

“Non ci stupiamo che Nardella lo abbia rimosso da questa delega. Ma – continuano Grassi, Trombi e Verdi – vorremmo capire come mai a lui venga assegnata ora l’urbanistica. Un altro settore in cui le questioni delicate in ballo sono molte”.

“E poi la promozione di Cecilia Del Re, al primo mandato e neoeletta in Consiglio – incalzano i consiglieri – come la dobbiamo interpretare? Forse chi siede da più tempo non ispira fiducia al sindaco o non viene ritenuto capace? Ne prendiamo atto, e seppur nelle divisioni, riteniamo che il Pd avesse ben altre esperienze consolidate da valorizzare”.

“La ciliegina sulla torta non può che essere la nomina ad assessora di Paola Concia. E’ una chiara imposizione di Renzi – concludono Grassi, Trombi e Verdi –: mortificare le persone sul territorio per circondarsi di fidatissimi. La classe dirigente del Pd a Firenze esce ridimensionata da tutta la vicenda. E alla fine il riassetto presentato non cambia la fisionomia di una giunta monocolore renziana”. (fdr)

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising