ALTOPASCIO “Come voglio il mio tifo”, i bambini del Tau raccontano gli adulti

da
Advertising

ALTOPASCIO. Guardare ciò che accade sugli spalti con gli occhi dei bambini e capire come loro per primi vedono, e vivono, il tifo dei più grandi. È questo l’obiettivo di “Come voglio il mio tifo”, incontro organizzato dall’Asd Tau Calcio Altopascio per venerdì 24 alle 21 allo stadio comunale di Altopascio, in via Fratelli Rosselli, nell’ambito del progetto formativo e informativo che la società amaranto ha avviato nei mesi scorsi.

A coordinare l’incontro sarà Simone Puccinelli, psicologo dello sport, allenatore e psicoterapeuta, che tirerà le somme del percorso compiuto con i bambini delle Scuole Calcio del Tau, con sedi a Altopascio, Badia Pozzeveri e Lucca.

I piccoli, di un età compresa tra 5 e 10 anni, sono stati invitati a raccontare, attraverso i disegni e le parole, ciò che vedono sulle tribune durante le partite: il tifo, insomma. La pressione esterna, l’esaltazione dei genitori, la gioia della vittoria e il dispiacere della sconfitta: sensazioni, difficoltà, soddisfazioni e paure che hanno poi trovato spazio in una mostra installata all’interno

del punto ristoro dello stadio di Altopascio.

Venerdì 24, partendo proprio dai disegni, i genitori, i dirigenti e tutti gli adulti che vivono il mondo del Tau Calcio e del calcio giovanile in generale si confronteranno su come appaiono agli occhi dei bambini quando siedono in tribuna.

Fonte: Il Tirreno

Advertising