PORCARI Occhio ai serbatoi Ladri di carburante in azione a Porcari – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

PORCARI. Le urla di un vicino sono riusciti a mettere in fuga i ladri che stavano cercando di forzare lo sportellino del serbatoio del furgone e svuotarlo del carburante. È quanto accaduto a Porcari nella notte di mercoledì. Un furto che stava per essere messo a segno ai danni di un camion Mercedes del corriere Bartolini parcheggiato in via della Mimosa a Porcari. Il giorno dopo il conducente si è accorto che lo sportellino era stato manomesso, ma essendo uno sportellino a scomparsa, una tipologia di nuova generazione, i malintenzionati non sono riusciti ad aprirlo e non hanno neppure avuto molto tempo a disposizione perché una volta scoperti si sono dati alla fuga e dileguati nel buio.

«Quando stavo per partire mi sono accorto che il tappo del serbatoio era storto – racconta Mario Turano – sul momento non ci ho dato peso, poi però ho collegato questo episodio a quanto accaduto alla mia ragazza pochi giorni prima. La sua auto era parcheggiata in un residence a Porcari dove abita: domenica mattina si è messa al volante ed è caduta dalla nuvole quando ha visto che il serbatoio era completamente in riserva, quando il giorno prima c’erano oltre due tacche di benzina e aveva percorso solo pochi chilometri. A quel punto la deduzione è stata ho messo insieme quanto era successo a me e le urla del mio vicino di casa, che mi ha riferito di avere visto due persone di colore aggirarsi intorno al furgone».

«Ho chiamato i vigili per segnalare l’episodio – prosegue il racconto – per fortuna i ladri non sono riusciti nel loro intento perché sarebbe stato un danno importante».

Un tentativo che invece è andato a segno in via Diaccio. A farne le spese un camion parcheggiato in strada a cui è stato sottratto gasolio per

circa 900 euro. A quanto pare quindi non si tratta di casi isolati. A essere presi di mira i mezzi un po’ più vecchi, quelli che non hanno particolari sistemi di protezione del serbatoio e che rendono impossibile l’immissione di tubi in gomma per poter aspirare la benzina.

Luigi Spinosi

Fonte: Il Tirreno

Advertising