[Lucca] Barsanti (CasaPound): “Il Museo della città non mi convince, meglio puntare su temi civici e forti: carta, volo, sigaro, motori”.

da
Advertising

Lucca –

Lucca, 28 febbraio – Il candidato sindaco Fabio Barsanti interviene in merito al progetto di riqualificazione di Palazzo Guinigi, destinato ad ospitare il ‘Museo della città’.

“Vedo nel progetto poca concretezza – scrive Barsanti in un comunicato – quanto ai contenuti museali e culturali che potrebbero trovarvi posto. Uso il condizionale perché tutto è ancora da definire; anche per questo l’annuncio è prematuro e sarebbe stato più corretto affidarne il compito alla giunta che uscirà dalle prossime elezioni.”

“Le sale annunciate non rappresentano la svolta che il polo museale lucchese aspetta da tempo. La Via Francigena è già oggetto del museo alla Casa del Boia e il Volto Santo dovrebbe trovare posto nel complesso della Cattedrale. Per quanto riguarda i ‘laboratori’ – continua Barsanti – si tratta di una soluzione fumosa. Ricordo che Palazzo Guinigi ha già visto al suo interno il fallimento del MUST (il museo del territorio) e non si può permettere un secondo passo falso.”

“Da candidato sindaco propongo di lasciare a Palazzo Guinigi la propria natura civica – scrive Barsanti – inserendo all’interno contenuti non connessi alla sfera storico-religiosa ma ad altri temi importanti per Lucca non ancora valorizzati. Penso a un museo della carta che possa coinvolgere il distretto cartario lucchese, il primo in Europa. Propongo un museo del volo sulle gesta dei pionieri dell’aeronautica lucchese, da Lunardi a Del Prete. Rivendico uno spazio per il sigaro toscano – legato alla poesia delle sigaraie – e per il tema dei motori. Da Barsanti e Matteucci alla coppa Ciano, Lucca si è infatti guadagnata uno spazio importante nella storia motoristica italiana, che merita più dell’attuale piccolo museo in via S. Andrea.” 

“Ricordo infine – conclude Barsanti – come Lucca non abbia un museo della storia cittadina che racconti in modo serio i suoi snodi fondamentali. Il museo del territorio che era prima a Palazzo Guinigi ha fallito, ma non possiamo per questo rinunciare a raccontare degnamente la nostra storia.”

 

Fonte Verde Azzurro

Advertising